Ultimo appuntamento del ciclo “Capolavori della letteratura” con le “Poesie” di Nelly Sachs. 

Nelly Sachs iniziò a scrivere all’età di 17 anni e le sue poesie sono state tradotte in molte lingue e vengono apprezzate ancora oggi per la capacità di mantenere viva la memoria dell’incubo vissuto dagli ebrei durante il nazismo.

É a lei che si dedica l’ultimo incontro del ciclo “Capolavori della letteratura”, presentato dalla Fondazione De Sanctis in collaborazione con l’ Ambasciata di Germania Roma  e l’Associazione culturale Pagine Sparse.

Un’esperienza culturale che abbiamo sostenuto con vivo entusiasmo, perché crediamo nel potere della letteratura di “fare memoria”.
Fare memoria per non cadere in errori già fatti.
Fare memoria per custodire ciò che ci hanno lasciato i grandi del passato.
Fare memoria per fare meglio nelle nostre scelte future.